A Salerno il progetto per la raccolta di quartiere degli olii esausti

Ha preso il via a Salerno il progetto di raccolta di quartiere degli olii esausti – gli olii che si utilizzano per la cottura e la conservazione degli alimenti – mediante l’aiuto e la collaborazione delle parrocchie cittadine.

Le parrocchie che hanno aderito all’iniziativa ospitano un contenitore concepito per la raccolta degli olii, negli spazi di pertinenza della chiesa, dove i fedeli possono già portare i loro olii esausti, invitati periodicamente dai sacerdoti. Per ogni litro di olio esausto che sarà raccolto dal quartiere, sarà corrisposta una donazione alla parrocchia che si accolla l’onere della raccolta, una donazione proporzionale alla quantità di olio raccolto.

Si tratta di un progetto di educazione socio-ambientale e di solidarietà umana. L’obiettivo infatti è duplice: incentivare la raccolta dell’olio usato nelle nostre cucine, che troppo spesso viene brutalmente versato negli scarichi di casa, inquinando poi i nostri mari e, ad un tempo, sostenere la parrocchia del quartiere con un contributo economico che può sembrare simbolico, ma che moltiplicato per il numero di famiglie che possono essere sensibilizzate, potrebbe raggiungere una cifra significativa, utile alla comunità stessa.

Hanno già aderito al progetto le seguenti realtà della Città di SalernoCasa Nazareth, Colonia San Giuseppe, Chiesa di Gesù Risorto, Santa Maria della Consolazione, Santa Margherita e San Nicola del Pumpolo, Sant’Eustachio, San Felice e Santa Maria della Chiesa, Maria SS. del Rosario di Pompei, Santa Maria a Mare, Convento dei Frati Cappuccini, San Pietro in Camerellis, Parrocchia di Maria SS. del Carmine e San Giovanni Bosco, Volto Santo, Santa Croce, Maria SS. della Medaglia Miracolosa, San Paolo Apostolo, Mensa di San Francesco, Santa Trofimena nell’Annunziata,  Seminario metropolitano, Santa Lucia, Santa Maria delle Grazie, Nostra Signora di Lourdes.  Altre parrocchie anche delle provincia di Salerno sono in procinto di aderire.

Il progetto è ideato dalla giornalista Anna Fiore di Legambiente Salerno ed è realizzato con la L.E.M. Linea Ecologica Mangia, un’azienda all’avanguardia nel settore della raccolta, del trasporto e dello smaltimento degli Olii vegetali esausti, regolarmente iscritta al  C.O.N.O.E.

Quanti fossero interessati ad ospitare un bidone per la raccolta degli olii esausti possono contattare direttamente la dott.ssa Anna Fiore (cell. 3474084777)

I commenti sono chiusi.